Archive for maggio 2007

Galleria di foto

una sequenza di foto scattate durante i miei viaggi, anche di Roma

http://www.flickr.com/photos/tepare/show/

un saluto a tutti da

wci

Annunci

Giarolo [Al] Italia

Il Monte Giarolo, 1473 m, è un ampio dolce rilievo sulla dorsale che divide la val Borbera dalla val Curone (provincia di Alessandria). Dalla sommità del monte Giarolo, sulla quale si trova una statua dedicata al Redentore. Verso nord e ad ovest notiamo l’arco alpino con i profili del Monviso, del Cervino e del Rosa; nelle altre direzioni i vicini monti Boglelio ed Ebro, sul monte Antola e altre vette dell’Appennino Ligure.

[new] la radio di wwbcamitinerante

spero di fare tra breve delle prove di radioblog come WEBCAMITINERANTE si accettano critiche ma anche consigli,

un saluto a tutti da
tepare

ecco il link:

http://www.blogtalkradio.com/webcamitinerante

ACCANTO TROVATE LA PICTURE CHE VI COLLEGA DIRETTAMENTE

mi scuso per la presentazione non professionale cerchero’ di migliorare nel tempo……grazie
wci


Fiera Int.le del Libro Torino 2007

dopo aver visitato quasi tutti gli stands delle maggiori case editrici straniere ed italiane prima di uscire dal caos di gente che gremiva il “Lingotto” sono stato attratto da questa meravigliosa macchina tipografica pianocilindrica [Koenig & Bauer] dell’ ottocento mi ricorda tanto le mitiche ” HEIDELBERG ” ho fatto anche un video che metto in rete:

altro link interessante sulla storia di questa macchina:

http://www.metaltype.co.uk/photos/photo66.shtml

Mole Antonelliana [To]

attualmente e’ la sede del ” Museo nazionale del Cinema “.

l’edificio fu iniziato nel 1863 su progetto di Alessandro Antonelli destinato a sede del tempio israelitico,. Tra polemiche sulla sua stabilità e vicissitudini finanziariei  lavori terminarono  solo nel 1889. Alta circa 167 metri, dalla cui sommita’ si puo’ godere di uno stupendo panorama della citta’ e’ munita di ascensore interno che permette al visitatore di raggiungere la sommita’ in qualsiasi periodo dell’ anno in pochi minuti.

Lomello e la sua storia

fu un sito [borgo] importante sotto il dominio romano, il suo lustro crebbe sotto il dominio dei longobardi. Avendo la sede in Pavia, scelsero questo paese come momentaneo soggiorno di riposo, portando il luogo al “rango” di città, fortificandolo con un impor­tante castello e di valide mura. Qui risiedeva il “graf“ o conte, ed era Lomello capo­luogo del “gau” (contado) longobardo.
Il graf o conte longobardo, secondo alcuni studiosi, era a capo d’un reparto di mille uomini, ossia di dieci sculdahis (sculdasci) di cento uomini ciascuno.
Qui la regina Teodolinda, vedova del re Authari, nel 590 ( novembre) secondo la leggenda incontrò e sposò a Agilulfo, duca di Torino, che la sovrana si era scelta come secondo marito conferendogli il titolo ” di re dei Longobardi “.
Interessante da vedere il castello

vista del castello

[odeo=http://odeo.com/audio/12635813/view]

La torre di Babele

gran parte dei miei viaggi si svolgono in paesi dove la maggior difficolta’ e’ la lingua cosi’ lo e’ stato lo scorso anno esattamente a Giugno. Recatomi in Lettonia ho tentato invano a farmi capire con le lingue inglese e tedesco “NIET”.. allora il metodo antico dei gesti mi ha tirato fuori da ogni situazione, particolarmente nelle campagne dove ho soggiornato, accompagnato da questa bella canzone:

[odeo=http://odeo.com/audio/11325423/view]

qui sotto il testo HELP, HELP per una traduzione…

Am E Am
Tumša nakte, zaļa zāle,
Dm Am Em
Laukā laidu kumeliņu.
Dm Am E Am
Tumša nakte, zaļa zāle,
Dm Am Em Am
Laukā laidu kumeliņ’.

Migla, migla, liela rasa,
Man pazuda kumeliņis.

Nu, Dieviņi, tava vaļa,
Nu tavāi rociņāi.

Nu tavāi rociņāi
Manis labis kumeliņis.

Nokrīt migla, nokrīt rasa,
Es atradu kumeliņu.