fu un sito [borgo] importante sotto il dominio romano, il suo lustro crebbe sotto il dominio dei longobardi. Avendo la sede in Pavia, scelsero questo paese come momentaneo soggiorno di riposo, portando il luogo al “rango” di città, fortificandolo con un impor­tante castello e di valide mura. Qui risiedeva il “graf“ o conte, ed era Lomello capo­luogo del “gau” (contado) longobardo.
Il graf o conte longobardo, secondo alcuni studiosi, era a capo d’un reparto di mille uomini, ossia di dieci sculdahis (sculdasci) di cento uomini ciascuno.
Qui la regina Teodolinda, vedova del re Authari, nel 590 ( novembre) secondo la leggenda incontrò e sposò a Agilulfo, duca di Torino, che la sovrana si era scelta come secondo marito conferendogli il titolo ” di re dei Longobardi “.
Interessante da vedere il castello

vista del castello

[odeo=http://odeo.com/audio/12635813/view]

Annunci